• Italiano
  • English

I Censi

Salento IGP Rosso
I Censi

Sapienza e tradizione del Negroamaro

Colore rosso rubino acceso. Profumo vinoso intenso, gradevoli sentori di prugna matura, frutta secca, con note balsamiche e speziate. In bocca è di buona struttura e grande equilibrio, caldo, vellutato, con tannini molto eleganti.

Censi, decime, gabelle, terratico, prebende, erano tutti tributi che venivano dati, secondo le epoche, al sovrano, al feudatario, alla Chiesa, sul reddito derivato da qualsiasi attività o semplicemente per le funzioni di culto o per le concessioni su terre di proprietà ecclesiastica. I villani pagavano il censo sulle terre possedute con una parte dei prodotti del fondo.

Nel Salento larga parte dei terreni coltivati dai villani, e forse la loro maggioranza, era condotta "ad censum" con gravami in natura, specialmente per grano e vino,
i quali andavano a costituire la principale fonte delle entrate signorili.

Varietà delle uve: 
Negroamaro, Malvasia Nera di Lecce
750 ml