• Italiano
  • English

Girofle 2015 al #Vinitaly2016

Sab, 04/09/2016 - 12:42 -- simpotica

Nuova annata, nuova immagine: niente di nuovo. E’ Girofle.
Lo avevamo annunciato a ottobre 2015, in occasione del lancio del Simpotica: c’è aria di cambiamenti. Così, anche il Girofle ha subito un restyling, che interessa la sua veste, ma non la sua essenza.
D’altra parte il rosato è per noi vino identitario, caposaldo della produzione, prodotto che rappresenta pienamente la nostra filosofia, in quanto espressione del territorio Salento e del vitigno Negroamaro, principio ispiratore dello stile Garofano. La prima vendemmia è stata nel 2005: l’etichetta ha quindi felicemente superato il decennio, conquistando, nel tempo il cuore di chi ama il rosato e il Negroamaro.
Gli estimatori del Girofle, versando nel calice l’annata 2015, troveranno il vino che conoscono – giovane, fresco, elegante. A cambiare è solo l’”abito”. La nuova bottiglia borgognotta, con la sua etichetta che recupera i temi di quella storica, rivisitandoli, risponde al desiderio di un’immagine più contemporanea e distinta e suggerisce l’occhio di riguardo con cui guardiamo al rosé e alla sua valorizzazione. Elemento distintivo del layout è la “linea”: ben più di un segno grafico. La linea, infatti, rappresenta quel fil rouge che, dalla nascita del progetto Girofle, arriva ad oggi e già si proietta nel futuro. E’ la linea del tempo d’attesa di ogni vendemmia, dei filari di vite a perdita d’occhio, dei solchi scavati nella terra del Salento.
Girofle 2015 sarà in distribuzione immediatamente dopo il Vinitaly.

Si scrive Girofle, si legge Garofano.
#vedorosébevogirofle #negroamarodabere #girofleègirofle #salento
“C'è una linea che attraversa gli ultimi undici anni della nostra storia, che unisce le nostre vendemmie, punto dopo punto, e che ci proietta verso quella successiva e la successiva ancora.
Undici anni passati, con passione, a raccontare, credere, costruire. Non son tanti, ma già qualcosa ci spinge, con concretezza e decisone, a cambiare, orientando le nostre visioni e il nostro impegno verso domani.

Abbiamo davanti una linea dritta, che corre e abbiamo intenzione di continuare a percorrerla”. Stefano e Renata Garofano